Ci sono molti motivi per cui le malattie croniche come il diabete di tipo 2 e l’obesità sono in aumento da decenni. Alcuni sono associati a fattori di rischio che non sono prevenibili, come i fattori genetici e il semplice fatto che gli esseri umani oggi vivono più a lungo.

Non fare nulla per fermare questa crescita porterà solo a una maggiore sofferenza umana e a una maggiore spesa sanitaria. I nostri clienti sono i sistemi sanitari e le persone che utilizzano i nostri trattamenti. Non fare nulla per prevenire le malattie croniche significa non rispettare i nostri valori come azienda e non promuovere un’attività sostenibile.

Ma ci sono aree in cui le azioni preventive possono avere un effetto positivo. Aumento dell’urbanizzazione, disuguaglianze socioeconomiche, stili di vita meno attivi e diete più povere. L’aumento dell’urbanizzazione, le disuguaglianze socioeconomiche, gli stili di vita meno attivi e le diete più povere insieme, sono spesso i motivi principali alla base del diabete di tipo 2 e dell’obesità.

Desideriamo abbassare la curva dell’aumento del diabete di tipo 2 e dell’obesità. La prevenzione è certamente fondamentale.

Continua a leggere e scoprirai come lavoriamo per la prevenzione delle malattie croniche.

Due persone su tre, affette da diabete di tipo 2, vivono in città. Il modo in cui le aree urbane sono progettate, costruite e gestite sta cambiando il modo in cui viviamo e, in alcuni casi, sta aumentando la nostra vulnerabilità al diabete di tipo 2. 

Abbiamo coniato il termine “diabete urbano” come modo per concentrarsi sul fattore di rischio intrinseco nelle città insieme all’University College London e allo Steno Diabetes Center di Copenagen. Insieme abbiamo lanciato una partnership globale chiamata Cities Changing Diabetes.

Cerchiamo di attirare l’attenzione sul diabete di tipo 2 come problema sanitario cruciale in oltre 25 città in tutto il mondo. Stiamo lavorando con oltre 100 partner per migliorare la ricerca e orientare le politiche di progettazione di interventi che abbiano un impatto significativo sulla malattia.

Per ulteriori informazioni sulla nostra lotta contro il diabete urbano, guarda Cities Changing Diabetes (Città che cambiano il diabete):.

A livello globale, 40 milioni di bambini di età inferiore ai cinque anni sono in sovrappeso. Ciò li espone al rischio di insorgenza precoce del diabete di tipo 2 ed è un forte predittore di obesità in età adulta. 

Questi bambini potrebbero dover affrontare delle difficoltà nello sviluppo e nel raggiungere il loro pieno potenziale. Il sovrappeso può contribuire alla stigmatizzazione, alla scarsa socializzazione e alle difficoltà emotive e, in alcuni casi, ridurre il successo nell’istruzione.

Insieme all’UNICEF lavoriamo sulla prevenzione del sovrappeso infantile e dell’obesità. A partire da Messico e Colombia, ma con una portata e un impatto regionali e globali più ampi, la partnership mira a “spostare la narrativa” in merito alla prevenzione del sovrappeso e dell’obesità da un’attenzione alla responsabilità individuale alla necessità di gestire gli ambienti che incentivano l’obesità.

Riteniamo che ogni bambino debba avere la possibilità di crescere bene in un mondo in evoluzione e di realizzare il proprio potenziale. 

Visita il sito Web dell’UNICEF per scoprire cosa viene fatto per migliorare la situazione dei bambini nel mondo.